PlayStation Move: ecco il motion controller  78

Presentato ufficialmente

Come già ampiamente preannunciato, il motion controller è il protagonista assoluto della conferenza Sony alla Game Developers Conference 2010.

Tanto per cominciare, il nome: la periferica a riconoscimento motorio di PS3 ha finalmente un nome ufficiale, ed è PlayStation Move. La forma è quella già presentata in precedenza, ma ci sono alcune novità. Prima di tutto il fatto che la periferica può essere utilizzata in maniera combinata ad altri accessori: singolarmente, a coppia, insieme alla telecamera EyeToy o con il Sub Controller. E' possibile dunque - a seconda di cosa prevedano i singoli giochi - utilizzarne due insieme, utilizzare il Move insieme ad EyeToy (in tal caso potremo vedere in tempo reale il software che "modifica la realtà" ponendoci in mano oggetti diversi), oppure usare la combinazione Move + Sub Controller, sotto diversi aspetti simile a quella caratteristica di Wii con Telecomando e Nunchuck.

In quest'ultimo caso, infatti, al controller principale si associa un altro modulo più piccolo comprendente anche uno stick analogico. Questa configurazione consente l'utilizzo all'interno di una grande quantità di giochi: durante la presentazione è stata mostrato ad esempio il suo sfruttamento con SOCOM 4, ma le possibilità sono numerosissime. La facilità di programmazione sembra essere un altro punto di forza di PlayStation Move, che già può contare sul supporto di diversi publisher. Sarà possibile inserire contemporaneamente due diverse versioni di uno stesso gioco - una dedicata al controller normale e una adattata a Move - all'interno di un medesimo disco Blu-ray. La data di uscita non è ancora chiara, ma il "kit di partenza", comprendente PlayStation Eye, un gioco e PlayStation Move costerà al di sotto dei 100 dollari, comunica Sony.
Jack Tretton ha annunciato peraltro attraverso il PlayStation Blog che ci sono 20 titoli first-party previsti per quest'anno fiscale che sfrutteranno Move e ben 36 titoli da parte dei third-party nel medesimo arco temporale. Tra i publisher coinvolti vi sono Ubisoft, Sega, Activision, EA, Capcom e molti altri.

Immagini tratte da Joystiq.com