Fallout: New VegasQualche dettaglio su Fallout: New Vegas da Avellone 

Pillole di New Vegas

Finalmente si alza il sipario su Fallout: New Vegas, il nuovo capitolo dell'RPG post-apocalittico di Bethesda sviluppato in questo caso da Obsidian.

Oltre all'esteso speciale pubblicato poche ore fa da Multiplayer.it, traiamo alcune informazioni aggiuntive da un'intervista condotta da VG247 a Chris Avellone, ex-Interplay (autori della serie originale) e ora a capo di Obsidian. Pare che il team impiegato nello sviluppo del gioco sia stato tratto in blocco da quello impiegato per l'RPG di Aliens cancellato da Sega, che ha fornito il nucleo principale della forza lavoro prima dell'arrivo dei rinforzi una volta completata la maggior parte dello sviluppo su Alpha Protocol. Secondo quanto affermato da Avellone, Obsidian ha affrontato il periodo di persistente crisi adottando la scelta di tagliare gli stipendi dei dipendenti pur di non dover ricorrere a tagli di personale.

Per quanto riguarda la versione console, gli sviluppatori stanno puntando ad una performance costante a 30 fps se tutto va bene, con migliori prestazioni attese invece su PC. Sia su Xbox 360 che su PlayStation 3, il gioco dovrebbe avere praticamente lo stesso aspetto. A quanto pare, Bethesda pare avere già alcuni piani per fornire supporto post-lancio per Fallout: New Vegas, probabilmente nella forma dei consueti DLC che hanno già ampiamente caratterizzato l'esperienza di gioco del terzo capitolo, sebbene manchino ancora conferme ufficiali in questo senso.

Concludiamo questa carrellata di "notizie flash" con l'annuncio di un "Hardcore Mode" all'interno del nuovo Fallout. Avellone stesso ha spinto molto per il suo inserimento, giudicando Fallout 3 non eccessivamente impegnativo e per poter fornire ai giocatori più appassionati un'esperienza veramente memorabile e coinvolgente. Con la modalità Hardcore, il gioco cambia radicalmente rendendo molto più difficile trovare rifornimenti per le armi e l'energia del protagonista, costringendo il giocatore a doversi confrontare con la continua minaccia della disidratazione (almeno nelle zone desertiche di collegamento della mappa) e con gli stimpack (e simili) che non hanno un effetto immediato ma graduale.
Qualche dettaglio su Fallout: New Vegas da Avellone

TI POTREBBE INTERESSARE