Capcom non lavorerà più con l'occidente per lo sviluppo di nuovi IP  26

Si torna a giocare in casa

Haruhiro Tsujimota, presidente di Capcom, ha dichiarato che la compagnia non affiderà più lo sviluppo di nuovi IP agli sviluppatori occidentali dell'azienda, lasciando a questi ultimi il compito di occuparsi di sequel o porting. "Come gruppo, i nuovi titoli il cui sviluppo era guidato dall'estero non sono andati così bene", dichiara Tsujimota, senza far riferimento a titoli particolari ma probabilmente parlando dei recenti Dark Void e Bionic Commando.
Tsujimota afferma invece di essere interessato al nuovo 3DS, anche se attende come tutti di vederlo in funzione. Ritiene invece che sia Microsoft che Sony dovrebbero rivelare il loro modello di business per i propri dispositivi di controllo a sensore di movimento, con particolare riferimento ai progetti per il loro lancio autunnale.