Microsoft si interroga sul futuro del 3D  64

Quanta voglia ce n'è?

Aaron Greenberg di Microsoft si è posto pubblicamente delle domande sul 3D e su quanto il mercato sia pronto per accoglierlo. Si tratta ovviamente di riflessioni volte a comprendere la saggezza delle scelte della concorrenza che, soprattutto nel caso di Sony, sta puntando moltissimo verso la nuova tecnologia. Mentre Nintendo offrirà un sistema "stand-alone" con il proprio 3DS che non necessita di occhialetti o periferiche varie per gedere della nuova tecnologia, Sony punta infatti ovviamente al mercato degli schermi televisivi 3D, ancora non diffusi massivamente. "La questione è se i consumatori ne facciano o meno richiesta. Non siamo una compagnia di elettronica di consumo che cerca di vendere 3DTV, perciò abbiamo il vantaggio di poter attendere fino a quando il mercato risponderà. Faremo probabilmente un approccio più di spinta che di attrazione. Abbiamo una console completamente in grado di supportare il 3D, già oggi. Supportiamo i titoli 3D che sono già sul mercato come Avatar e Batman o Crysis 2, non c'è dubbio sul fatto che chi cerchi un'esperienza di gioco 3D la trovi in maniera identica su Xbox 360". Questo significa sostanzialmente che il supporto ai prodotti che il mercato offrirà già oggi in 3D non mancherà ma che non si faranno grandi sforzi di produzione autonoma in tal senso, attendendo di comprendere verso dove soffierà il vento del mercato. Una scelta prudente.