Activision è preoccupata dei prezzi di Kinect e Move  40

Ci sembra che non sia l'unica

Thomas Tippl, CEO di Activision, ha espresso la posizione dell'azienda nei confronti delle nuove periferiche di Sony e Microsoft, rispettivamente Move e Kinect. Tippl spiega che l'approccio sia piuttosto prudente e che ci sia preoccupazione dei prezzi delle due periferiche in considerazione di quanto, in prospettiva, possano affermarsi nelle case del pubblico. "Quanto più vasta sarà la base installata, tanto più avrà senso il nostro investimento. Perciò è chiaro che più basso il prezzo sarà e meglio sarà. In questo panorama economico è probabilmente più importante che mai... vedremo quanta base installata riusciranno a sviluppare." Tippl parla poi dei franchise dell'azienda che potrebbero sfruttare le tecnologie, come Rapala Fishing e Tony Hawk, sottolineando però che non ci si trovi di fronte ad un supporto che si possa offrire per ogni gioco, perchè non per tutti i titoli le perfieriche saranno in grado di migliorarne l'esperienza.