Giocate in 3D? Attenzione a nausea ed affaticamento degli occhi, dice Sony  54

Vietato ai bambini sotto i sei anni

I televisori 3D rischiano di diventare uno standard, almeno fra qualche anno. Ci sono però una serie di problemi che possono derivarne, soprattutto per chi ha problemi di vista e porta gli occhiali e gli risulta quindi difficile se non impossibile usare gli occhialetti necessari. Problemi anche per chi ha visione binoculare diversa e potrebbe non essere in grado di interpretare correttamente quanto trasmesso dagli schermi. Anche Sony sembra essere consapevole di alcuni dei problemi del 3D, ed ha infatti aggiornato il proprio Playstation's Terms and Conditions, avvisando gli utenti che non sia il caso di lasciar vedere contenuti e giochi in 3D ai bambini sotto i sei anni, che hanno la visione ancora in sviluppo, almeno non prima di aver consultato un medico. Anche per gli adulti tuttavia c'è da stare attenti: si potrebbero sviluppare sintomi di affaticamento degli occhi e nausea. In caso di insorgenza di tali sintomi è consigliabile interrompere immediatamente la visione ed in ogni caso Sony consiglia anche di effettuare, anche in assenza di sintomi, pause frequenti.