Nessuna certezza per il multiplayer in Bioshock Infinite  40

Solo se sarà innovativo

Ken Levine è stato piuttosto chiaro per quanto riguarda l'eventuale comparto multiplayer per Bioshock Infinite, il nuovo capitolo della serie rivelato qualche giorno fa: verrà inserito solo se apporterà qualcosa di veramente innovativo al gioco.

Con un pensiero piuttosto condivisibile, il capo di Irrational Games ha fatto sapere la posizione del team al riguardo: "vogliamo sperimentare possibili soluzioni, ma non siamo mai stati interessati ad una modalità multiplayer che semplicemente ricalca quello che è possibile trovare in altri giochi", ha detto Levine a Kotaku durante la Gamescom. "Questo perché: A) non c'è nulla di creativamente interessante e B) dal punto di vista finanziario, è uno spreco di soldi e tempo, gli utenti a quel punto sceglieranno comunque di giocare a Halo o Call of Duty".

La soluzione dev'essere dunque innovativa o non ha senso di esistere: "se riuscissimo a fare qualcosa di nuovo - qualcosa di Left 4 Dead, che aveva veramente da dire qualcosa di diverso - allora le persone giocherebbero al nostro multiplayer, altrimenti è una perdita di tempo". Alla luce di questo, non sembra che Irrational abbia comunque intenzione di concentrarsi più di tanto su un possibile comparto multiplayer, dunque è probabile che questo non venga preso in considerazione per Bioshock Infinite, anche se da qui al 2012 di tempo ne deve passare.