CapcomInafune: lo sviluppo in Giappone indietro di 5 anni 

Capcom resiste con fatica, dice

Keiji Inafune, capo della sezione sviluppo per Capcom, ha fatto delle dichiarazioni tutt'altro che lusinghiere nei confronti della situazione dello sviluppo in Giappone. Secondo lui infatti lo stato della community di sviluppo locale è indietro di cinque anni rispetto al mondo occidentale con Capcom che tiene faticosamente il passo con i tempi. "Ho dato un'occhiata in giro al Tokyo Game Show e tutti stanno facendo brutti giochi; il Giappne è almeno cinque anni indietro. Capcom si tiene a malapena aggiornata. Voglio studiare lo stile di vita occidentale, per fare giochi che possono allettarne il pubblico." Si tratta di commenti altamente critici, fatti durante il TGS della scorsa settimana. Secondo Inafune l'industria videoludica giapponese resterà viva "finchè ci sarà Capcom", la quale già da tempo ha creato dei rapporti di partnership con sviluppatori occidentali. Inafune: lo sviluppo in Giappone indietro di 5 anni

TI POTREBBE INTERESSARE