Rare stava per diventare di Activision prima di entrare in Microsoft  29

Un accordo sfumato

Ed Fries rivela un altro retroscena sconosciuto sulle faccende di mercato videoludico, questa volta riferito all'acquisizione di Rare da parte di Microsoft.

A quel tempo, sembra, Rare era praticamente sul punto di entrare a far parte di Activision e secondo alcune fonti aveva addirittura firmato un accordo con Bobby Kotick nel 2002, poiché il publisher aveva fatto un'offerta superiore in termini monetari e la stessa Rare avrebbe preferito diventare un team di sviluppo di terze parti slegato da una qualsiasi piattaforma, dopo aver rappresentato un punto di riferimento per Nintendo all'epoca dell'N64.

Tuttavia, "accadde qualcosa" che fece saltare tutto l'accordo, per "motivi che ancora non so", dice Fries, Rare si staccò da Activision o forse quest'ultima fece un passo indietro facendo in modo che l'offerta migliore rimanesse quella di Microsoft, e così nel 2002 si definì l'accordo di esclusiva tra la casa dei fratelli Stamper (che poi lasciarono la compagnia nel 2007) e Microsoft.