Call of Duty: Black OpsCoD: Black Ops censurato in Giappone 

Per poter uscire

Square Enix, che si occupa della localizzazione di Call of Duty: Black Ops per il territorio giapponese, ha rivelato che per permettere il suo rilascio nella terra del Sol Levante è stato necessario apportare dei tagli di cenusra su alcuni elementi del gioco. In particolare si fa riferimento alle svastiche, che saranno sostituite dalla croce di ferro, decorazione istituita dal re di Prussia e ripresa poi in Germania durante le due guerre mondiali per decorare civili che si distinsero in azioni militari. Solo le versioni console del gioco con sottotitoli manterranno riferimenti al nazismo.
Sono inoltre state rimossi gli smembramenti e varie "espressioni di brutalità" durante una particolare scena di interrogatorio. Noi lo attendiamo per il nove di questo mese. CoD: Black Ops censurato in Giappone

TI POTREBBE INTERESSARE