Software HouseKrome Studios è vivo e vegeto 

Solo, con personale ridotto

Con i massicci tagli al personale occorsi pochi giorni fa, in diversi hanno pensato ad una possibile chiusura imminente di Krome Studios, ma a quanto pare non è questo il caso.

Il CEO della compagnia Robert Walsh ha spiegato a IGN che i tagli di personale ci sono stati, ma che il gruppo continua ad andare avanti su diversi progetti. Quello che è decisamente cambiato è il sistema di lavoro adottato da Krome: invece di avere un team fisso composto da un gran numero di persone al lavoro su tanti progetti, ora la compagnia conta su un team di base fisso piuttosto ristretto, assumendo ulteriore personale aggiuntivo solo per quanto riguarda il lavoro extra da effettuare quando i giochi da portare avanti sono molti.

Inoltre, il programma è ora quello di concentrarsi solo sui progetti che promettono dei ritorni economici: "una delle cose che Krome ha fatto nel corso degli anni era tentare di mantenere intatto quanto più staff possibile, anche quando non avevamo introiti importanti", ha spiegato Walsh al sito americano, "ad essere onesti, questo ci ha portato nella nostra situazione attuale". Il capo di Krome ha poi affermato di essere stato costretto a mandare via tante persone che conosceva da anni, degli amici, a causa dell'attuale situazione economica critica, cosa che l'ha spinto ad adottare il nuovo sistema per la gestione del lavoro e del personale.

TI POTREBBE INTERESSARE