BioShock InfiniteBioshock Infinite su PlayStation 3 non è una conversione 

Non c'è lead platform

Chris Kline di Irrational Games ha voluto rassicurare gli utenti PlayStation 3 affermando sul forum ufficiale del team di sviluppo che la versione per la console Sony di Bioshock Infinite non sarà semplicemente un porting diretto delle altre edizioni.

C'è un team dedicato esclusivamente allo sviluppo su PlayStation 3 che sta lavorando in parallelo con gli altri all'interno di Irrational, in modo da portare avanti simultaneamente le tre versioni e che tutte e tre vengano nel migliore dei modi, sfruttando nella giusta maniera le potenzialità delle macchine.

Il controllo della qualità è assicurato da un test costante effettuato sulle varie versioni provvisorie del gioco sui devkit Xbox 360, PC e PlayStation 3 in modo da non cadere nei soliti problemi derivanti dall'avere una versione dominante rispetto alle altre. Per le informazioni più approfondite, comprese alcune indicazioni tecniche sull'utilizzo dei processori di PlayStation 3 attraverso una progettazione di tipo NUMA (non-uniform memory access) che simula la suddivisione tra PPU/SPU presente nella console Sony, rimandiamo al messaggio di Kline, technical director di Irrational.
Bioshock Infinite su PlayStation 3 non è una conversione

TI POTREBBE INTERESSARE