La fine del processore CELL?  58

Strane manovre finanziarie

Secondo quanto riportato da AVMagazine, un altro tassello si starebbe aggiungendo al disegno che vede vicino l'abbandono di CELL da parte di Sony, almeno secondo indiscrezioni e deduzioni alquanto logiche.

Dopo il passaggio di mano degli stabilimenti adibiti alla produzione del potente processore alla base di PlayStation 3 avvenuto qualche mese fa da Sony a Toshiba, entrambe le compagnie starebbero ora trattando la conversione di tali stabilimenti verso nuove tecnologie, un'operazione da 600 milioni di dollari circa, secondo le fonti non meglio identificate.

Secondo le indiscrezioni, alla base dell'operazione ci sarebbe la trasformazione degli impianti per concentrarsi sulla produzione di sensori CMOS, cosa che fa dunque pensare ad un progressivo abbandono di CELL, che al di là di PlayStation 3 e di alcune TV e prodotti elettronici Toshiba non sembra aver ancora trovato un proprio spazio definito nel mercato dell'elettronica di consumo. In particolare, viene da pensare che la prossima console Sony non sia destinata ad ospitare un processore derivato dalla struttura PowerPC di CELL, ma al momento queste sono solo supposizioni.