Homefront e l'importanza dei server dedicati  22

Parlano gli sviluppatori

Gli sviluppatori di Homefront hanno promesso che il loro titolo utilizzerà server dedicati per il multiplayer online. E questo non solo su PC, ma anche nelle versioni per Xbox 360 e PlayStation 3.
Ai microfoni di Joystiq, Brian Holinka, senior designer di Kaos Studios, ha infatti dichiarato: "Quando ospitiamo una partita su console, quella console diventa tutto d'un tratto un server e in tal modo si verificano forti limitazioni circa il numero di giocatori, il numero di veicoli e tutto il resto. I server dedicati ci permettono di alleggerire il lavoro a cui i client sono normalmente sottoposti durante una partita, di modo che possano dedicarsi al solo funzionamento del gioco."
Grazie ai server dedicati, Homefront supporterà un multiplayer online per trentadue giocatori, in cui ognuno di essi potrà guidare anche un veicolo. E' pur vero che titoli come MAG ci hanno abituato a numeri più alti, e così alla domanda se i server dedicati potranno in futuro permettere l'aumento del numero massimo di giocatori in una partita, Holinka ha risposto che i loro test in tal senso hanno dato esito negativo. E che, ad ogni modo, mettere cinquanta o sessanta persone in una mappa significa esporre ognuno di essi a kill istantanee per via dell'eccessivo affollamento.

Fonte: Joystiq