Electronic ArtsRiccitiello - una generazione problematica per EA 

Ma l'azienda si è mossa bene

Il boss di EA, John Riccitiello, ha affermato che il passaggio dalla scorsa generazione di console a quella attuale è stato decisamente problematico per il colosso dell'intrattenimento digitale.
Ma non si tratta certo di rivelazioni. Il calo nelle vendite di FIFA è stato senza dubbio uno dei sintomi più evidenti di un malessere che EA ha curato a suon di investimenti.
Innegabile infatti l'impegno di EA negli ultimi anni, anche sui titoli interni, con un aumento sia nella qualità che nell'offerta. Ma anche sul versante digitale e sulla riduzione dei costi l'azienda ha ottenuto risultati pregevoli.
Ovviamente l'obiettivo delle dichiarazioni rilasciate da Riccitiello alla Goldman Sachs Technology and Internet Conference non è certo quello di informarci in merito a elementi conosciuti, ma quello di pubblicizzare le proprie conquiste in funzione di una nuova ondata di investimenti, e di titoli, già annunciati per il prossimo futuro.
E Riccitiello punta direttamente al ben più vicino Star Wars: The Old Republic che rappresenta un investimento impegnativo e deve essere pubblicizzato al massimo. Il boss di EA mira direttamente alla base di utenti di World of Warcraft e non è spaventato dalla necessità di raggiungere 500.000 utenti per andare in pari.
"Vogliamo una fetta, vogliamo una posizione dominante. E il nostro prodotto è innovativo sotto molti punti di vista."

Fonte: gamesindustry.biz

TI POTREBBE INTERESSARE