Le grandi sale giochi americane chiudono  22

Due esponenti della specie in via d'estinzione

Secondo quanto riportato da alcune riviste, due delle maggiori sale giochi presenti sul territorio nord americano starebbero per chiudere i battenti.

Si tratta in particolare di Chinatown Fair di New York e Arcade Infinity in California, entrambe destinate a chiudere entro questo mese. In entrambi i casi le motiviazioni sembrano essere legate alle licenze dei padroni rispettivi, e anche a questione di soldi dato l'evidente declino del business negli arcade. Tuttavia, le conseguenze sono diverse: mentre in California i luoghi deputati agli arcade sono ancora piuttosto attivi, e stanno anche vivendo un nuovo periodo di popolarità grazie ad una contenuta rinascita dei picchiaduro, nei pressi di New York Chinatown Fair era ormai una delle ultime sale giochi rimaste.

E' chiaro come l'evoluzione dei videogiochi e delle console domestiche e portatili abbia segnato il destino delle sale giochi, che sono divenute ormai praticamente dei luoghi-simbolo dedicati agli appassionati di alcuni generi di nicchia più che rappresentare, come prima, lo stato dell'arte nell'evoluzione videoludica.

Fonte: Next-Gen.biz