I DRM trattano i giocatori come criminali?  26

Per Lukasz Kukawski di GOG.com i DRM troppo invasivi scoraggiano gli utenti all'acquisto dei giochi originali.

Lukasz Kukawski, marketing manager e PR di GOG.com, intervistato da Adventure Classic Gaming ha parlato contro i DRM, indicandoli come uno dei motivi per i quali alcuni utenti non acquistano giochi originali. Per Kukawski il problema è che i DRM più draconiani spaventano i potenziali acquirenti, trattandoli come criminali. Kukawski, come ricetta per convincere la gente a spendere i soldi in videogiochi originali, propone la realizzazione di titoli di buona qualità, senza la noia delle protezioni, venduti a prezzi ragionevoli e con magari qualche extra gratuito che non otterrebbero scaricando il titolo dai canali di P2P (ma guarda, proprio quello che fa GOG.com).
Inoltre, a corollario di quanto già detto, il simpatico Lukasz fa notare che i DRM vengono tolti dalle versioni piratate dei giochi e che, quindi, disturbano solo chi acquista i giochi originali. Come dargli torto?

Fonte: MCV