World of WarcraftIl nuovo MMO Blizzard sarà "più complementare che concorrente" 

Non pestiamoci i piedi

Si torna a parlare dell'ormai famoso, nondimeno decisamente misterioso, nuovo MMO in sviluppo presso Blizzard.

Il grande interrogativo che sorge spontaneo accostando la casa di Diablo all'ambito massively multiplayer è il rapporto che il nuovo gioco possa instaurare con World of Warcraft, monopolizzatore mondiale del panorama dei MMORPG. Più volte Blizzard ha confermato come si tratti di qualcosa di "diverso" e non necessariamente in contrasto diretto, cosa ribadita anche in questo caso.

Paul Sams ha definito il nuovo titolo "più complementare che competitivo" nei confronti di WoW: "sappiamo che la gente ha una quantità di tempo limitata da dedicare a questo tipo di giochi", ha spiegato Sams, "eppure crediamo fermamente che i giocatori vorranno sperimentare sia il vecchio che il nuovo e pensiamo che il nuovo sia decisamente interessante e destinato a catturare l'attenzione di molti". In ogni caso, i programmi su World of Warcraft non cambiano, con il team di sviluppo ancora dedicato su questo e una lunga serie di aggiornamenti ed espansioni ancora in programma.

Fonte: Venture Beat