BlazBlue è nato a causa della senilità dei giocatori  18

I giocatori dei Guilty Gear stavano invecchiando troppo

Che BlazBlue sia un seguito ufficioso della serie Guilty Gear si era capito, infatti sono stati molti a chiedere agli sviluppatori perché abbiano deciso per il reboot. Fino a oggi non c'era stata nessuna risposta, ma finalmente Toshimichi Hori di Arc Systems Works ha svelato l'arcano: "La generazione di giocatori di Guilty Gear è diventata un po' troppo vecchia perché continui a giocare con i videogiochi. Quindi il reset della serie ha portato una nuova generazione di giocatori, che saranno con noi per i prossimi anni."

La logica di Toshimichi non fa una piega, infatti alcuni commentatori hanno subito fatto notare che Super Mario Bros. ha da poco festeggiato i venticinque anni di vita e Nintendo non crediamo voglia mandarlo in pensione nell'immediato, mentre la Capcom ha da poco venduto milioni di copie di Street Fighter IV su diversi sistemi, e parliamo di una serie nata nel 1987.

Comunque, apprezziamo sempre la voglia di cambiare di uno sviluppatore capace di accettare il rischio di proporre novità.

Fonte: Destructoid