Anonymous non cessa l'attacco a Sony  81

E' una questione di violazione della privacy

Dopo il patteggiamento raggiunto tra Sony e GeoHot nel processo che vedeva quest'ultimo imputato di violazione di copyright e vari crimini informatici, attendevamo la risposta anche del gruppo di hacker Anonymous.

Questi si sono fatti sentire nelle scorse ore con un messaggio ancora bellicoso, comunicando che gli attacchi a Sony non cesserano: "GeoHot si è accordato con Sony, la causa è decaduta. Di fronte alla legge, il caso è chiuso", dice il comunicato pubblicato con il video sottostante, "Per Anonymous, è solo l'inizio".

"Forzando i siti di social network come YouTube e Facebook a fornire gli indirizzi IP di coloro che hanno visto i video con le dimostrazioni di hacking su PlayStation 3, Sony ha effettuato un atto di invasione della privacy". Dunque "Noi, Anonymous, non permettiamo che questo accada". Dunque continuano le ostilità, sottolineate dal video sottostante.