E3 2011E3 2011 - Cosa pensano gli analisti del Wii U? 

Le opinioni sembrano essere contrastanti

A quanto pare, i vari analisti che si occupano del mercato dei videogame la pensano in modo diverso riguardo il Wii U, la nuova home console Nintendo presentata nel corso dell'E3 2011.
Piers Harding-Rolls di Screen Digest ha dichiarato che la nuova piattaforma vanta un forte potenziale per innovare, e che per via di alcune sue feature complesse potrebbe non condividere lo stesso target d'utenza del Wii, strizzando l'occhio anche agli hardcore gamer. Secondo Doug Creutz di Cowen, invece, al di là delle promesse ci sono forti dubbi circa le capacità tecniche della console, messe da Creutz alla pari con PS3 e Xbox 360. Se il prezzo supererà i 300 dollari, il progetto potrebbe non decollare, ha aggiunto.
Il ben noto Michael Pachter, alle dipendenze di Wedbush Morgan, ha apprezzato l'idea di miscelare tablet e console, dichiarando altresì che per le altre compagnie sarà difficile stavolta "copiare" quel tipo di design.
Jesse Divnich di EEDAR ha definito il Wii U "un sistema molto originale, che permette ai possessori di Wii di passare alla nuova piattaforma senza traumi." Allo stesso tempo, però, Divnich spera non ci siano troppe conversioni di titoli per PS3 e Xbox 360, perché una ludoteca di questo tipo impedirebbe la nascita di produzioni davvero in grado di sfruttare le peculiarità della console. A suo avviso, i giochi multipiattaforma su Wii U potrebbero avere un successo risicato.

Fonte: Eurogamer
E3 2011 - Cosa pensano gli analisti del Wii U?

TI POTREBBE INTERESSARE