Periferiche WiiUIwata e uno strano dialogo con un azionista 

Un tipo particolare

All'interno di una recente conferenza di Nintendo con gli investitori, c'è stato spazio per uno strano siparietto tra il presidente della compagnia, Satoru Iwata, e un bizzarro azionista.

Ecco lo scambio tra i due, che merita di essere riportato integralmente, come riferito da NintendoEverything:

Azionista: "sono preoccupato per la caduta del valore delle azioni, possiedo delle azioni, ma non ho nemmeno un prodotto Nintendo. Penso che i giochi siano una perdita di tempo, in ogni caso, la ragione per cui ho le azioni è che il nome è carino, sta a Kyoto ed è stato inserito nell'anno della mia nascita"
Iwata: "Ci sono persone nel mondo che non pensano che i giochi siano una perdita di tempo, dunque Nintendo continua a esistere, ci piacerebbe eliminare l'idea che il gioco di per sé sia negativo o i legami che si creano immediatamente tra i crimini e i videogiochi. Ci piacerebbe aumentare l'importanza sociale dei giochi, stiamo lavorando per espandere il pubblico, lei compreso"
Azionista: "A causa del disastro del terremoto di Tohoku, penso che la gente nei centri di evacuazione abbia bisogno di fare esercizio, perché non portate Wii Fit a tutti? Perché non mostrate di più ai media quello che fate per le vittime?"

Dunque Iwata si è prodigato nello spiegare come la scelta di Nintendo di non distribuire Wii Fit in giro sia dovuta ad una volontà di rispettare le vittime. Sulla visibilità, nonostante Nintendo abbia collaborato attivamente con il governo attraverso vari programmi di aiuti, ha preferito mantenere un profilo basso sempre nel rispetto della gravità del disastro giapponese.

Fonte: NintendoEverything

TI POTREBBE INTERESSARE