Periferiche 3DSNintendo e le difficoltà nel portare i classici su 3DS 

Adattare titoli come Xevious o Tennis al 3D stereoscopico non è stato semplice

Nell'ultima edizione della rubrica Iwata Asks sul sito ufficiale Nintendo, Takao Nakano, in forza al dipartimento special planning & development, ha parlato delle complicazioni che hanno reso difficile la conversione di alcuni classici per 3DS, causando un dilatamento dei tempi di sviluppo anche di venti volte.

Per quanto riguarda Xevious, ad esempio, gli elementi bidimensionali che andavano a proiettarsi sulla mappa, come le bombe, creavano ogni sorta di possibile discrepanza rispetto alla posizione della navicella, visualizzata in 3D sullo sfondo. Il problema è stato risolto inserendo un piccolo intervanno tra il fuoco e l'impatto della bomba, ma ciò ha di fatto modificato uno degli elementi tipici del gameplay di Xevious.

Allo stesso modo, il team di Nakano ha trovato difficoltà nel lavorare alla conversione del classico per NES Tennis, in particolare le collisioni fra la racchetta e la pallina hanno richiesto una riscrittura da zero delle routine per l'implementazione del 3D.

Fonte: Gamasutra
Nintendo e le difficoltà nel portare i classici su 3DS

TI POTREBBE INTERESSARE