L.A. NoireEpic contro Team Bondi 

La storia dei lavoratori sfruttati ha scottato tutta l'industria

La storia di Team Bondi e dei maltrattamenti ai lavoratori continua (ne abbiamo parlato qui, qui, qui, qui e qui), arricchendosi di un nuovo attore inatteso: Epic Games.

Stranamente Mika Capps, il presidente dello studio, non vuole vendere l'Unreal Engine a McNamara e soci ma ha definito la mancata citazione di 130 sviluppatori nei crediti di L.A. Noire "senza scusanti".

Per Capps i crediti sono importantissimi ed è stato "fottutamente meschino" non includerci gente che ha lavorato al progetto per anni, anche se in seguito l'ha dovuto abbandonare per qualche motivo. Quando capitano situazioni del genere, Epic include gli sviluppatori sotto la voce "additiona programming", anche come semplice forma di cortesia.

Beh, che dire? A questo punto vogliamo vedere Capps e McNamara che combattono nudi nel fango.

Fonte: CVG