Nintendo, ecco i motivi del taglio di prezzo per il 3DS  62

Grosso calo nelle vendite durante il primo trimestre fiscale 2011

Avrete sicuramente letto la clamorosa notizia del grosso taglio di prezzo che Nintendo applicherà al 3DS a partire da agosto. Ebbene, qui spieghiamo il perché di un'operazione così improvvisa e di tale portata.

Sono infatti appena stati pubblicati i risultati finanziari per la casa di Kyoto relativi al primo trimestre fiscale del 2011 (da aprile a giugno), che indicano un tracollo nelle vendite hardware.

Sono stati 1,4 milioni i Nintendo DS venduti nel trimestre, un dato sconfortante se paragonato ai 3,1 milioni dello stesso periodo nel 2010. Un calo del 50% per le vendite del Wii, che passa dai 3 milioni dello scorso anno a 1,5 milioni. E il 3DS? Nel primo trimestre fiscale del 2011, la nuova console portatile ha venduto appena 710mila unità in tutto il mondo.

Fonte: Kotaku