Avalanche: la continua difesa dei DRM significa che qualcosa non va  28

Alla gente non piace, per esempio

Il fondatore di Avalanche Studios, Christofer Sundberg, ha le idee piuttosto chiare sulla faccenda dei DRM come sistema di sicurezza applicato ai videogiochi moderni su PC.

Lo sviluppatore non è un grande fan di tale soluzione e sebbene si renda bene conto che la pirateria sia un problema fa anche notare come "se il sistema dei DRM dev'essere costantemente difeso di fronte al pubblico, vuol dire che qualcosa non va". Secondo Sundberg, "come sviluppatori non vinceremo mai nei confronti delle polemiche degli utenti rendendo sempre noto quanto costi sviluppare un gioco e quanti soldi si perdano con la pirateria", bisogna escogitare altri sistemi.

La soluzione del fondatore di Avalanche sta invece nel cercare di avvicinare il più possibile ogni giocatore al team di sviluppo, con la creazione di una community e un network a stretto contatto con gli sviluppatori, un sistema che tenda a premiare coloro che posseggono copie originali e giocano online piuttosto che tenerli costantemente sotto un minaccioso controllo.

Fonte: Edge