A Game of Thrones: l'RPG è ancora vivo, nuovi dettagli  21

Arriva nel 2012

Kotaku ha pubblicato un interessante articolo che getta nuova luce sul destino di quell'RPG basato su A Game of Thrones di cui si era parlato un po' di tempo fa ma rimasto finora piuttosto sotto silenzio.

Con l'attenzione completamente concentrata su Game of Thrones: Genesis, l'RTS basato sulle Cronache del ghiaccio e del fuoco, pareva che il gioco di ruolo incentrato sulla medesima licenza fosse scomparso, nonostante il progetto rappresentasse forse una migliore interpretazione delle aspettative dei fan della serie fantasy di Martin. Ebbene, Yves Bordeleau di Cyanide ha confermato a Kotaku che l'RPG è ancora in sviluppo: il gioco continua la storia da dove questa si interrompe in Genesis, ovvero segue le avventure narrate nel primo libro della serie delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, Game of Thrones, mentre l'RTS si concentra invece sulla parte di storia non narrata direttamente da Martin, sulla storia di Westeros prima della dinastia Targaryen.

A quanto pare, la narrazione avverrà attraverso punti di vista diversi da quelli noti. Come il libro, l'RPG segue infatti diversi personaggi insieme (due, per il momento) passando da uno all'altro, ma nessuno dei personaggi protagonisti del libro sarà giocabile, sebbene molti di questi si incontreranno nel corso della storia del gioco. Lo sviluppo del progetto è partito prima del lancio della serie televisiva da parte di HBO, dunque solo successivamente Cynide ha pensato a sfruttare tale serie per modellare le fattezze dei personaggi e delle ambientazioni, riuscendo a modificarne solo una parte, mentre altri elementi sono rimasti costruiti secondo le idee degli sviluppatori. Allo stesso modo, i Cyanide sono riusciti in corsa a coinvolgere alcuni attori della serie televisiva per donare la voce ai personaggi del gioco, in modo da creare una connessione più forte tra le due interpretazioni (videoludica e televisiva) di Game of Thrones. La struttura dell'RPG è descritta come simile a Knights of the Old Republic e il primo Mass Effect, meno action del secondo capitolo della serie fantascientifica BioWare e più ragionato, con grande impiego di dialoghi. Il sistema di combattimento, in maniera simile a quanto accadeva in KOTOR, prevede una sorta di "pausa attiva" che non blocca completamente il gioco ma lo "rallenta" e da modo al giocatore di pianificare la contromossa, dunque si tratta di un ibrido tra tempo reale e turni a quanto pare. Nonostante il gioco sia ovviamente molto incentrato sullo sviluppo di una trama già solida di suo, a quanto pare alcune azioni del giocatore influiranno sullo svolgersi degli eventi. Secondo quanto riportato da Bordeleau, una delle maggiori ispirazioni nella creazione dell'RPG è stato Planescape: Torment, cosa che sicuramente depone a favore dell'RPG in sviluppo. Nuove informazioni arriveranno presto, comunque, considerando che Cyanide ha intenzione di lanciare il gioco di ruolo di Game of Thrones nei primi mesi del 2012.

Fonte: Kotaku