Crytek si lancia sui free-to-play AAA  18

Nuovi standard qualitativi

Crytek ha già fatto il suo primo passo nell'emergente mercato dei videogiochi free-to-play con Warface, l'FPS sviluppato dal team di sviluppo coreano facente parte della compagnia tedesca, ma questo pare essere solo l'inizio.

Cevat Yerli ha intenzione di prendere, come nuovo obiettivo della compagnia, l'innalzamento del livello qualitativo dei videogiochi free-to-play, applicando gli standard di Crytek per i titoli tripla A al mercato dei titoli gratuiti (con micro-transazioni). Tale segmento di mercato è dunque uno dei punti fermi nella strategia a medio-lungo termine per la compagnia tedesca.

Altro settore d'interesse per Yerli è il cloud gaming, magari applicato ai nuovi sistemi di gaming on deman in streaming tipo OnLive e GaiKai: a tale proposito il CEO della compagnia ha riferito di avere intenzione di portare i propri titoli su piattaforme del genere, ma "non necessariamente OnLive".

Fonte: NowGamer