Warhammer 40.000: Space MarineRelic parla di Warhammer 40.000: Space Marine 

I giudizi della stampa, le considerazioni sul lavoro svolto e gli sbocchi futuri della serie

In un'intervista rilasciata a Eurogamer, Andy Lang, producer di Warhammer 40.000: Space Marine, ha toccato diversi argomenti riguardanti l'action game basato sulla licenza Games Workshop.

Convinto del fatto che Space Marine sia il miglior titolo per console che Relic abbia mai realizzato, Lang ha cominciato con l'affrontare l'annosa questione delle recensioni negative. "Onestamente, non è che le critiche mi abbiano fatto andare su tutte le furie. Credo che nella maggior parte delle recensioni ci fosse scritto ciò che andava detto, dunque che il character designer a un certo punto comincia a essere ripetitivo e che allo stesso modo l'azione può diventare ripetitiva. Non abbiamo avuto il tempo di fare le cose davvero come avremmo desiderato, non c'era nulla di eclatante nel gioco", ha ammesso.

"Allo stesso modo, non siamo rimasti molto sorpresi dai voti", ha aggiunto Lang. "Naturalmente ci piacerebbe ricevere sempre voti alti, ma non è semplice puntare a quei risultati di critica quando cominci a lavorare sulle console verso la fine del loro ciclo vitale, è una cosa che ti impedisce di riempire il titolo di feature. Abbiamo fatto del nostro meglio per offrire ai giocatori un'esperienza di alto livello, al di là dei voti delle recensioni."

Cosa intende dire il producer di Warhammer 40.000: Space Marine quando parla del ciclo vitale delle console? "L'ultima fase del ciclo vitale di una piattaforma è caratterizzata da un'altissima competitività delle produzioni", ha risposto, portando ad esempio come altri franchise siano arrivati alla seconda o alla terza iterazione, con tutti i vantaggi rispetto alle serie che debuttano adesso.

"Se penso al gameplay di Space Marine, quello che vorrei sarebbe stato aggiungere più enigmi e una maggiore varietà dell'azione, così da portare i giocatori a ragionare prima di approcciare ogni nuova zona. Inserire un maggiore livello di sfida, insomma, curare più un aspetto che avrebbe reso l'esperienza più significativa."

Debuttato al secondo posto nelle classifiche inglesi ma poi sceso in undicesima posizione, il gioco conta molto sui risultati nel mercato USA, che si conosceranno oggi. "Avevamo degli obiettivi realistici dal punto di vista delle vendite, considerando che si tratta del primo episodio della serie", ha detto infine Lang, lasciando intendere appunto che le possibilità di vedere nuovamente Space Marine all'opera non sono affatto remote.

Se non l'avete ancora letta, ecco la nostra recensione del gioco.

Fonte: Eurogamer
Relic parla di Warhammer 40.000: Space Marine