Epic non supporta il SOPA  19

Almeno nella sua attuale forma

Continua la disputa mediatica sulla questione del SOPA, la proposta di legge "Stop Online Piracy Act" del deputato repubblicano texano Lamar Smith.

Ideata per proteggere i materiali sotto diritto d'autore su internet e sponsorizzata da 12 entità di una certa rilevanza sul piano politico-economico americano, la legge è considerata estremamente restrittiva e punitiva al limite della censura per quanto riguarda la diffusione di materiali e idee su internet, con la possibilità di aprire la strada a conflitti legali imponenti, pertanto osteggiata da svariate parti, compreso il celebre gruppo Anonymous.

A supporto del SOPA c'è anche ufficialmente l'ESA, sebbene al suo interno si comincino a registrare posizioni contrastanti. Una di queste è appunto quella di Epic Games, che secondo un comunicato ufficiale "non supporta la versione attuale del SOPA", ha riferito il PR Manager Dana Cowley. "Epic Games approva gli sforzi effettuati per evitare che i siti web possano trarre profitto dalla distribuzione dei nostri titoli in forma pirata, ma è necessario trovare un modo per attuare la riforma in maniera compatibile con la libertà di parola e attraverso un giusto iter legislativo".