Software HouseAnche Bungie si schiera contro il SOPA 

Si infoltiscono le fila

Continua a tenere banco, fortunatamente, la discussione in merito allo Stop Online Piracy Act, la controversa proposta di legge attualmente al vaglio in USA, che punta a limitare i danni della pirateria ma colpendo in maniera piuttosto indiscriminata la diffusione di idee e materiali su internet.

Alla fazione schierata contro la legge si unisce in queste ore anche Bungie, che si affianca dunque a Nvidia, Runic Games, Riot Games, Frozenbyte, CD Projekt RED e Notch, tra coloro che si sono dichiarati assolutamente avversi a questo disegno di legge, almeno nella sua forma attuale. Bungie sostiene che il SOPA vada a colpire libertà fondamentali dell'individuo e non sia dunque accettabile e invita inoltre i giocatori ad informarsi sulla legge in questione, a visitare il sito dell'Electronic Frontier Foundation e a contattare direttamente il Congresso e il Senato. Nel frattempo, attendiamo di vedere quale posizione prenderanno i colossi dell'industria, come EA e Activision in proposito.

Fonte: DSOgaming