Ubisoft chiarisce il funzionamento del DRM di Anno 2070  41

E' possibile operare un massimo di tre attivazioni, che però dipendono anche dai cambiamenti nell'hardware

Le problematiche relative al DRM di Anno 2070, emerse quando il sito specializzato Guru3D ha cercato di effettuare dei benchmark con il gioco, sono state oggi chiarite da Ubisoft. Ebbene, ci troviamo per certi versi di fronte a una "nuova frontiera" delle protezioni applicate ai videogame, e la cosa non può che essere vista negativamente dalla comunità dei videogiocatori.

Anno 2070 richiede infatti una nuova attivazione ogni volta che rileva un hardware differente, per un massimo di tre possibili attivazioni. Una soluzione già adottata da altri titoli per PC in precedenza, ma unicamente dal punto di vista numerico e senza tenere conto del cambio di configurazione. In pratica, stando a quanto emerso, chi possiede una copia di Anno 2070 e si trova a cambiare la scheda video del PC, dovrà utilizzare una seconda attivazione del prodotto.

Fonte: DSOGaming