Olivier Comte di Namco Bandai si scaglia contro il free to play  4

Invitante ma dannoso e destinato a sgonfiarsi

Durante la conferenza Cloud Gaming Europe di Londra il vicepresidente anziano della sezione europea di Namco Bandai, Olivier Comte, ha affermato che i titoli free to play non possono essere di alta qualità.

Secondo Comte i rischi sono grossi e un cambiamento sull'onda dell'entusiasmo non è sostenibile se si vuole restare sulla scena. Il maggiore lavoro deve essere corrisposto da un valore commisurato mentre l'invasione di titoli free to play sta indebolendo i giochi tripla A. Dunque secondo il vicepresidente di Namco Bandai Europe i titoli gratuiti indeboliranno il mercato per poi esplodere in una bolla di sapone.

Eppure sono parecchi i titoli tripla A sopravvissuti proprio grazie al passaggio al free to play e a quanto pare questo modello, in una qualche forma, sarà adottato anche da titoli di grosso calibro come Planetside 2. Inoltre, al di fuori degli MMO, il free to play con microtransazioni si è dimostrato una valida contromisura alla pirateria e non ha di certo danneggiato le super produzioni tripla A che quest'anno, nonostante la crisi, hanno macinato numeri record.

Fonte: PCGamer