The Last GuardianThe Last Guardian sta facendo "lenti progressi", dice Sony 

Vivo e vegeto, ma un po' lento

Nonostante l'abbandono di Sony da parte di Fumito Ueda, come promesso dal produttore, lo sviluppo su The Last Guardian sta andando avanti, seppure lentamente.

Lo conferma oggi anche Shuhei Yoshida, il capo di Sony WorldWide Studios, in un'intervista a 1UP durante il DICE 2012: "il progetto sta facendo progressi, sebbene con una certa lentezza", ha riferito, "non è facile, ma non abbiamo cambiato i nostri obiettivi. E' ancora un progetto importante e una visione originale che vogliamo vedere realizzata e il concetto di Fumito è particolarmente difficile da lavorare per gli sviluppatori, dunque c'è stato bisogno di un po' di ricostruzione nel processo di sviluppo. Ecco perché ci vuole così tanto".

Sul ruolo di Fumito Ueda, Yoshida ha spiegato che è stata una sua scelta, dettata dalla volontà di poter usufruire di una maggiore libertà creativa. In ogni caso, pare che il game designer continui a frequentare con assiduità gli uffici del team interno di Sony: "viene ancora tutti i giorni ed è probabilmente una delle persone che lavora qui più assiduamente".

Fonte: VG247

TI POTREBBE INTERESSARE