Microsoft Flight potrà piacere a tutti  11

Un approccio scalabile

L'executive producer responsabile di Microsoft Flight, Joshua Howard, ha rilasciato qualche dichiarazione sul nuovo simulatore di volo in un'intervista pubblicata da Gamespot.

In particolare, visto il genere piuttosto di nicchia, seppure ben noto nel panorama videoludico, Howard ha voluto chiarire come Microsoft Flight sia stato studiato per poter piacere sia all'utente esperto, che ben conosce i simulatori di volo, che al neofita. Si tratta di una scalabilità applicata alle numerose opzioni di gioco che consente di approfondire progressivamente il realismo della simulazione e aumentare i parametri da tenere sotto controllo e la risposta dei mezzi. Anche le missioni rispettano questa varietà, cercando di essere interessanti anche da ri-giocare più di una volta.

Allo stesso modo, le richieste in termini di hardware sono estremamente malleabili, andando dai computer di fascia alta, con i quali è possibile ottenere il maggior dettaglio grafico possibile, fino a semplificazioni ulteriori per andare incontro agli hardware meno performanti. Per quanto riguarda la scelta dell'ambientazione hawaiana, gli sviluppatori hanno spiegato che è stata effettuata per utilizzare uno scenario quanto più possibile conosciuto e apprezzato dalla maggiore varietà di pubblico, in grado inoltre di offrire tante caratteristiche diverse.

Fonte: Gamespot