Software HouseAnche il Regno Unito adotta lo standard PEGI 

BBFC rimane per i contenuti video, ma i videogiochi passano a PEGI

Come precedentemente annunciato, oggi il Regno Unito è arrivato ad una decisione definitiva riguardante lo standard da adottare per la valutazione dei titoli videoludici immessi sul mercato, dal punto di vista dei contenuti.

Da anni legato al sistema BBFC, che di fatto rendeva l'area britannica un mondo a parte rispetto al resto dell'Europa, dove lo standard PEGI è ormai utilizzato dai maggiori stati, il mercato britannico si trova oggi davanti ad una svolta, dal punto di vista della classificazione dei contenuti videoludici. Con una decisione governativa il Regno Unito adotta da oggi il PEGI come unico standard utilizzabile nel mercato videoludico, allineando di fatto (cosa non frequente) la Gran Bretagna con il resto dell'Europa.

Con la supervisione del Video Standards Council, tutti i prodotti venduti sul mercato britannico dovranno riportare la classificazione secondo i criteri PEGI. Vendere videogiochi che riportano la dicitura "12" o più a minorenni sarà considerato un atto illegale. Il sistema BBFC continuerà ad essere adottato per i materiali video come DVD e Blu-ray. I simboli e le categorie specifiche per la valutazione dei contenuti verranno tratti dal sistema PEGI ma probabilmente modificati in parte, con l'intenzione di basarsi sullo standard europeo evolvendolo secondo le esigenze britanniche.

TI POTREBBE INTERESSARE