Counter-Strike: Condition ZeroCondition Zero manca l'appuntamento con i negozi 

Condition Zero manca l'appuntamento con i negozi

Sebbene Counter-Strike per Xbox sia già arrivato nei negozi americani, il mistero si infittisce per quanto riguarda il rilascio di Counter-Strike: Condition Zero in edizione PC, il travagliato titolo single player passato tra le mani di Rogue Entertainment, Gearbox Software, Ritual Entertainment e Turtle Rock Studios che avrebbe dovuto portare, già dai giorni scorsi, una ventata d'aria fresca al mod per Half-Life più giocato al mondo.
La voce di corridoio più insistente che circola nella grande rete per spiegare la situazione è quella della instabilità di Steam, la piattaforma targata Valve Software da cui la software house avrebbe dovuto rilasciare (in contemporanea con i negozi di tutto il mondo) il titolo. Nel frattempo molti e-commerce hanno spostato da diversi giorni la data di uscita alla metà del prossimo mese.

A rimetterci in tutta questa faccenda non è soltanto l'utente finale, ma anche l'immagine di Valve Software: dopo gli attacchi ai server (che destabilizzarono Steam), il furto del codice sorgente di Half-Life 2 e il suo conseguente slittamento, alla software house toccherà spiegare i perchè di questo ritardo. La reputazione di Valve, leggendo tra i vari forum di Internet, è decisamente in discesa...

TI POTREBBE INTERESSARE