Conferenza Square Enix, primi dettagli  0

Conferenza Square Enix, primi dettagli

Come anticipato dopo l'annuncio bomba di qualche giorno fa, Square ed Enix hanno tenuto oggi una nuova conferenza congiunta nel corso della quale hanno delineato i primi piani per il futuro del nuovo gruppo. Dalle prime indiscrezioni la conferenza, tenutasi al New Otani di Tokyo, non ha in realtà portato grandi novità.

Punti d'incontro
Le due società hanno trovato soprattutto tre punti d'incontro:

  • Gruppi di sviluppo al di fuori del Giappone: da sempre Square localizza i suoi titoli per l'occidente con appositi gruppi di sviluppo. Enix non ha alcun gruppo di sviluppo esterno al Giappone.
  • Gioco online: Enix è forte sul territorio asiatico (soprattutto Cina), Square ha una struttura più sviluppata in Giappone grazie a Final Fantasy XI. Square è inoltre intenzionata a espandersi le proprie operazioni online negli Stati Uniti nel corso del 2003.
  • Giochi per cellulari: entrambe le società hanno forti interessi nello sviluppo di giochi e contenuti per piattaforme mobile
  • Progetti Enix
    Nulla di nuovo sotto il sole. Nonostante proprio oggi sia stata annunciata ufficialmente l'uscita di Dragon Quest VIII per PlayStation 2, sembra che Enix non abbia fatto cenno ai propri piani per il futuro nel corso della conferenza.

    Progetti Square
    Qualche notizia in più dal fronte Square. Non c'è in programma di sviluppare un Final Fantasy X-3 per ora, così come non si è ancora iniziato lo sviluppo di Final Fantasy XIII: il gruppo interno principale è al lavoro su Final Fantasy XII. Possibile un Kingdom Hearts 2. Square inoltre ha lasciato intuire che Final Fantasy XI verrà probabilmente lanciato negli States nel corso del 2003

    Bigger than EA?
    Nel corso della conferenza è stato mostrato un grafico piuttosto esplicativo sull'andamento di Square ed Enix nel corso degli ultimi anni. Un disastro per Square dal flop di Final Fantasy The Spirit Within in poi, un trionfo per Enix, che ha visto le proprie quotazioni in continua ascesa dopo il lancio di Dragon Quest VII. Le due società unite, comunque, contano di diventare in brevissimo tempo un colosso nel mondo dei videogiochi, arrivando a superare come vendite addirittura EA entro Marzo del 2004, a un anno esatto dell'effettiva attuazione della fusione, e di diventare la più grande software house del mondo entro Marzo 2005.