EVE, lo spazio che non annoia

CuttingTheEdge ha pubblicato un'intervista con Hrafnkell Oskarsson dei CCP riguardante il simulatore di combattimenti spaziali completamente multiplayer attualmente in sviluppo, EVE. Un interessante estratto:

D: Una volta distrutta la base di qualcuno, in modo che quel qualcuno rimanga senza niente, egli ripartirà nuovamente da 0? Cosa è stato fatto per evitare la noia nel perdere l'intero equipaggiamento? Una volta presa un'arma molto potente, saranno in pochi a voler ricominciare di nuovo con le armi standard.

R: Prima di tutto, nessun giocatore singolo possiede una base, ma molto giocatori in alleanza. Quindi se un gruppo perde una stazione, grazie all'unione, si possono investire nuove risorse per crearne un'altra. Mentre la perdita di equipaggiamento di un giocatore, potrebbe essere frustrante alcune volte, è vero, specie quando si perdono oggetti rari o unici. Tuttavia la cosa più importante che ogni giocatore può possedere, è la sua tecnica. L'abilità possedutà da ognuno è molto più importante dell'equipaggiamento usato che, nella maggior parte dei casi, può essere rimpiazzato molto facilmente.