Hanno ucciso la gallina dalle uova d'oro?

Secondo l’autorevole NDP Group, che ha curato l'inchiesta, il 2000 è stato un anno pessimo per il mercato americano dei videogiochi. Non a caso gli USA, la nazione col mercato ritenuto più adulto e meglio abituato e gestire momenti così “caldi” ha chiuso l’anno con una flessione rispetto al 1999 di ben 400 milioni di dollari e di ben 3.6 milioni di console (da 11.8 a 8.2 milioni di pezzi.
I motivi? Per prima cosa l'eccessiva attesa per le nuove console (leggi Xbox e GameCube), nonchè le troppe promesse in fatto di interattività e collegamento ad internet (che per ora sono andate in fin dei conti deluse).