I problemi finanziari dell'Islanda si riflettono su CCP  0

Secondo un articolo del Guardian, il terremoto finanziario che ha sconvolto l'Islanda potrebbe costringere CCP a lasciare il paese.
Si tratta di un risvolto effettivamente non calcolato nella strana storia del paese nordico: gli sviluppatori CCP sono i responsabili di EVE Online, uno degli MMO più famosi al mondo, con una popolazione giocante di 300.000 persone. La struttura messa in piedi dal team è di dimensioni generose, chiaramente, per poter sostenere l'universo online creato per il gioco spaziale, e andrebbe a scontrarsi con la difficoltà nel gestire capitali stranieri in cui attualmente versa l'industria islandese, che ha congelato i finanziamenti dall'esterno, o in generale ha reso più difficile il commercio attraverso valute differenti da quella interna del paese. "Le attuali restrizioni sulle valute estere ci stanno mettendo in difficoltà", ha avvermato Eyjolfur Gudmundsson di CCP, "stiamo discutendo con il governo, ma se non possiamo far penetrare i capitali, potremmo essere costretti a lasciare l'Islanda, anche se questo si scontrerebbe con i nostri desideri".