I profitti di Nintendo potrebbero calare  15

I profitti della Nintendo Corporation potrebbero ridursi significativamente nei prossimi mesi. Ne è convinto Satoru Kikuchi, analista della German Bank che ha recentemente vestito i panni del profeta di sventure pronosticando un calo del 18% dei profitti Nintendo nel 2009, e del 19% fino a 2011.
Sempre secondo l'analista giapponese, il gigante di Kyoto avrebbe già raggiunto l'apice della profittevolezza, avvicinandosi quindi all'inevitabile declino, eludibile solamente tramite l'immissione sul mercato di nuove piattaforme di successo.
Una prima avvisaglia di tale declino verrebbe dal calo di vendite hardware in Asia, dove le console Nintendo si stanno avvicinando ai numeri della concorrenza, fino a qualche tempo fa sideralmente distanti. Attualmente la riduzione del volumi d'affari di Nintendo è un fenomeno locale, che riguarda solo marginalmente i mercati occidentali, dove la casa di Kyoto è ancora dominatrice incontrastata. La situazione potrebbe però cambiare rapidamente dalle nostre parti, aggiunge ancora Kikuchi, a meno che la Nintendo non immetta sul mercato un nuovo titolo capace di trainare le vendite hardware sul lungo periodo; in quel caso il "fronte occidentale" terrebbe.