I protagonisti di Resonance of Fate combattono a turni; i loro nemici no  16

Svelati i primi dettagli sul gameplay del nuovo Action-RPG targato SEGA.

Tri-Ace ha recentemente divulgato le prime informazioni sul sistema di combattimento di Resonance of Fate, il suo ultimo Action-Rpg in sviluppo per Xbox 360 e PS3, di cui finalmente possiamo osservare uno spaccato di gameplay.
Il filmato riportato sotto è in gran parte costruito con scene d'intermezzo già viste, ma propone anche una sequenza di battaglia dalle dinamiche decisamente action. In realtà, assicura Tri-Ace, il sistema di combattimento di Resonance of Fate è costruito su una rigida struttura a turni, con la necessità, tuttavia, di controllare il personaggio attivo come in un classico action game, eseguendo in un breve lasso di tempo (quello del proprio turno) una serie di spettacolari attacchi combinati, e schivando al contempo i colpi degli avversari, i quali non avranno un turno al loro disposizione ma risponderanno ai colpi dei protagonisti in tempo reale.
Previsti naturalmente attacchi speciali di varia natura, anche combinati, come nel caso di quelli più potenti. Per eseguire questi ultimi sarà necessaria un'accurata preparazione, che servirà a mettere tutto il party in condizione di eseguire il colpo.
Il "timore" che Resonance of Fate fosse un "semplice" action game, insomma, è stato fugato da queste prime dichiarazioni. I puristi dei JRPG possono tirare un respiro di sollievo.