Il rapporto dell'AESVI: nel 2008 forte incremento del settore videoludico  10

L'AESVI (Associazione Editori Software Videoludico Italiana) ha pubblicato il proprio rapporto annuale per il 2008, rivelando una crescita del mercato del settore hardware e software del 21,6%. Il valore del mercato si raddoppia, rispetto agli ultimi anni, con un fatturato di oltre un miliardo e duecento milioni di euro ripartito per il 53,1% in vendite software ed il 46,9% in vendite hardware.
Il mercato italiano si piazza al quinto posto nella classifica dei paesi europei, fra i quali primeggia la Gran Bretagna, seguita da Francia, Germania e Spagna. Per quanto riguarda il mercato dell'hardware troviamo una ripartizione di circa il 50-50 fra console casalinghe e portatili, che si dividono la piazza, mentre per quanto riguarda la penetrazione del PC troviamo dati di crescita pari a zero, contro quella delle console che registra un incremento del 4% rispetto al numero di famiglie nelle quali viene adottato nuovo hardware.
Anche il mercato degli accessori per console ha registrato un incremento del 42,6%, mentre il software videoludico vero e proprio ha fatto registrare un fatturato di 670.857.781 milioni di euro (+ 20,3 % a valore), con 19.650.860 numero di pezzi complessivi (+9,2% a volume). Si parla dell'85,8% del volume rappresentato dai giochi per console in volume, con una crescita del 15,9%, mentre le vendite dei titoli per PC continua ad essere in flessione con un andamento negativo sia in valore (-13,3%), sia in volume (-18,9%).
Le classifiche sono ormai cosa ben nota, ma ribadiamo in questa sede quali siano i titoli di maggior successo. Senza sorprese si tratta di PES e FIFA che si inseriscono al primo e secondo posto della classifica annuale, seguiti dai vari Wii fit, Giulia Passione, Cooking Mama, The Sims, Pokemon, Kung Fu Panda, Guitar Hero ed High School Music: tutti titoli che in ordine sparso registrano il maggior numero di vendite nel 2008. Inutile dire che il mercato del software viene dominato dai titoli per famiglie: quelli con un rating PEGI +3, ossia adatti a tutti, che coprono una fascia compresa fra il 33% ed il 43% dei titoli complessivi. Il 90% delle vendite viene rappresentato dai titoli PEGI 3+, 7+, 12+ e 16+, mentre i titoli "per adulti" si inseriscono nel restante spicchio di mercato, registrando tuttavia un incremento del 4% rispetto al precedente anno.
Gli ultimi dati, infine, riguardano i canali distributivi: le vendite hardware sono state trainate dalle catene catene specializzate in elettronica di consumo (55,8%), seguite dagli ipermercati (23%) - che hanno registrato il maggiore incremento rispetto allo scorso anno (+32%) - e dai negozi specialisti di Home Entertainment (21,2%). Bene anche il canale Internet che mostra una crescita del + 43% rispetto al 2007, arrivando a totalizzare un giro d'affari complessivo pari a 63 milioni di euro, con una sostanziale predominanza dei distributori che operano solo attraverso la rete ("pure player").