Iron Storm, invischiati in una guerra interminabile...

Da qualche settimana il nostro Francesco Sorrentino si è trovato catapultato in una rumorosa trincea nel fronte più avanzato di una Guerra Mondiale che, nel pieno degli anni '60, è ancora dirompente e particolarmente tragica. Questa è in breve l'atmosfera che fa da contorno all'interessante Iron Storm, shooter in prima e terza persona su cui stanno lavorando i ragazzi di 4X Studio che promette, oltre ad un background finalmente originale, una serie di features particolarmente innovative che abbiamo sviscerato con cura e in ogni dettaglio, all'interno dell'anteprima che vi sto presentando. Buona lettura!

"Se nel '14-'18 la Prima Guerra Mondiale "reale" ha visto una certa tecnologia militare dell'epoca, quella di Iron Storm è progedita per oltre mezzo secolo. Per cui ci troveremo in un universo parallelo, dove oltre alle medesime trincee e casematte di inizio '900, troveremo dei sistemi bellici miscelati fra vecchio e nuovo, fra cui mezzi corazzati, elicotteri, mitragliatrici da bunker automatizzate ecc ... ecc... Ma il bello arriva dalla armi "portatili" che hanno un look davvero tutto originale, per cui aspettatevi pistole automatiche (simili agli UZI), mitra di grosso calibro (sono un mix fra quelli anni '20, con il classico nastro di munizioni circolare e gli M16 americani usati nella guerra del Vietnam), un bel fucile da cecchino con mirino laser, un lancia-palledifuoco (ehm), fucili di precisione semi-automatici (una sorta di rozzo Mp5), fucili a pompa, granate shrapnel, ecc... ecc..."
#AI5408,1#

TI POTREBBE INTERESSARE