L'UMD sta morendo, secondo David Perry  18

David Perry, personaggio storico dell'industria videoludica, con trascorsi in Virgin e fondatore dell'ex Shiny Entertainment (ora Double Helix, insieme a The Collective), ha detto la sua sul futuro dell'UMD, supporto ottico proprietario di Sony specifico per PSP, ultimamente oggetto di varie discussioni.
Secondo Perry la prossima versione di PSP (che alcune voci riportano come già in sviluppo) non conterrà il supporto per gli UMD, sfidando addirittura attraverso il suo Twitter John Koller di Sony ad affermare il contrario. Sony, da parte sua, continua a negare la cessazione del supporto, annunciando una serie di nuovi giochi di grosso calibro per PSP che dovrebbero risiedere proprio sul supporto ottico in questione.
"John Koller sta mettendo in dubbio pubblicamente il mio post su PSP 2... così ho discusso con alcuni sviluppatori dedicati alla macchina", dice Perry, che poi lancia il guanto di sfida: "John, afferma pubblicamente che PSP 2 avrà l'UMD".
La convinzione di Perry deriva dalla sua sicurezza sul fatto che Sony abbia intenzione di concentrarsi su un modello di distribuzione esclusivamente legato al digital delivery, qualcosa che sta già prendendo piede con il PlayStation Network e che, oltretutto, eliminerebbe quello che il game designer sostiene sia un grosso problema per l'industria videludica, ovvero il mercato dell'usato.
David Perry non è propriamente nuovo a certe provocazioni, essendo un personaggio noto per il suo particolare temperamento nell'ambiente videoludico, ciò non toglie che le sue idee siano piuttosto verosimili. Attendiamo di sapere dunque chi avrà ragione sulla questione UMD.