Miyamoto critica Natal  153

"I giochi hanno bisogno di un controller"

Shigeru Miyamoto, nel corso di un'intervista alla rivista Wired, ha espresso la sua posizione in merito alle varie possibilità legate ai sistemi di controllo dei videogiochi. I giocatori hanno bisogno di un controller fisico per avere un'esperienza di gioco che sia veramente interattiva, dice Miyamoto. E critica dunque la scelta di Microsoft con il suo Natal, che elimina completamente il controller dalle mani dell'utente.
"Come sviluppatore non credo che potrei creare un'esperienza che sia veramente interattiva se non tieni nulla fra le mani, se non hai qualcosa come il force feedback che puoi sentire attraverso il controller. Per questo credo che il Wiimote, in particolare in abbinamento al Wii Motion Plus renda un'esperienza fortissima".
Facendo riferimento a Microsoft ed al suo sistema di rilevazione del movimento, Miyamoto afferma che i suoi designers dovranno confrontarsi con questo problema, prima o poi, e che probabilmente vedremo varare delle soluzioni che contemplino qualcosa da poter tenere fra le mani. Da parte di Nintendo, aggiunge infine, c'è ormai un'esperienza pluriennale nello sviluppo di software ed hardware che sfruttino il rilevatore di movimento, su Wii, mentre sia Microsoft che Sony hanno presentato all'E3 i propri prodotti "come se avessero finalmente ottenuto la tecnologia di base per lavorare sul motion control, ma forse debbano ancora imparare come usarla ed ottenere vantaggio da essa in un'esperienza interattiva".
Il futuro saprà darci le risposte alle domande ed alle perplessità che sono state sollevate da queste scelte, innovative o meno che vogliamo considerarle.