The RageQuattro chiacchiere con Mr. The Rage 

Quattro chiacchiere con Mr. The Rage

C'è una giovane software house italiana, la Fluid Games, che ha da pocchissimo ultimato il proprio titolo d'esordio: The Rage. Abbimo scambiato quattro chiacchiere con Alberto Candussi della Fluid Games. Ecco cosa ha raccontato ai microfoni di Multiplayer.it:

"The Rage è un picchiaduro tridimensionale a scorrimento, che prende come fonte d'ispirazione vecchi titoli come Streets of Rage 2 e Final Fight, dai quali trae la struttura e l'ottima giocabilità. A questi fattori viene aggiunto l'utilizzo della grafica poligonale e di tutte quelle tecnologie che lo rendono decisamente al passo con i tempi. The Rage comprende sei stage composti da due o tre sezioni; i personaggi a disposizione sono quattro ed è possibile giocare in quattro giocatori sullo stesso computer. Inoltre è disponibile una modalità di gioco in rete (LAN e Internet)." Il team di sviluppo è particolarmente soddisfatto del lavoro svolto: "La caratteristica di cui andiamo più fieri è sicuramente la giocabilità: siamo riusciti a ricreare perfettamente delle vere risse, nelle quali i giocatori riescono a districarsi tranquillamente attraverso un sistema di controllo molto immediato. Altra cosa di cui andiamo molto fieri è la realizzazione grafica."

Dopo ben due anni di sviluppo, la programmazione è iniziata nel lontano settempre 1999, il titolo è pronto per essere giocato e attende di trovare un editore. Nella speranza di vedere The Rage il prima possibile nei negozi specializzati, vi anticipo che verrà rilasciata tra pochissime ore una nuova demo giocabile che offrirà a tutti la possibilità di assaporare questo picchiaduro tridimensionale con la giocabilità di titoli d'altri tempi. Tenete d'occhio il sito ufficiale della Fluid Games e Multiplayer.it per scaricare il dimostrativo.

TI POTREBBE INTERESSARE