Star Trek Away TeamRecensione di Star Trek: Away Team 

Recensione di Star Trek: Away Team

E' giunto il momento di recensire Star Trek: Away Team, lo strategico à la Commandos che vi metterà nei panni del gruppo trekkiano che avete interpretato anche in Elite Force, ma questa volta dall'alto e in visuale isometrica.

Cronologicamente parlando, ci troviamo negli anni della settima serie di Star Trek Next Generation, quella che abbiamo potuto vedere anche nell'ultimo film della serie, Insurrection.
La situazione per la Federazione non è certo delle più rosee: trovandosi a combattere contro nemici ben più pronti di lei (i Romulani, i Borg, il Dominio Cardassiano, ma soprattutto alcuni conflitti interni tra membri della Federazione stessa...), si rende finalmente conto della necessità di creare un piccolo Team capace di intervenire nelle situazioni più a rischio o magari in quelle dove la diplomazia (tanto importante nell'universo Trekker) ha già fallito.
Ecco quindi l'Away Team, che è per l'universo Trekker quello che è più o meno la S.W.A.T per la polizia americana: pochi membri, tutti ben istruiti e ben armati, ognuno capace di utilizzare le proprie capacità, uniche per ogni membro, per compiere delle missioni spesso al limite della legalità e della segretezza.
Ma com'è Away Team? Lo scroprirete leggendone la recensione.

TI POTREBBE INTERESSARE