Riepilogo sulla situazione della 3dfx

Dopo i continui annunci sul possibile futuro della 3dfx, culminati con la possibilità di un'interruzione della produzione di schede grafiche (leggi), Gamecenter.com ha deciso di intervistare Bubba Wolford della 3dfx per cercare maggiore chiarezza nell'argomento. A quanto pare la produttrice di hardware grafico non ha nessuna intenzione di vendere i propri chip ad altre compagnie perchè continuerà a produrle autonomamente anche se con molte probabilità l'attuale industria di assemblaggio (Juarez) sarà rivenduta a un'altra compagnia perchè troppo costosa da mantenere. A quel punto la 3dfx potrà 'affittarla' per l'utilizzo e allo stesso tempo evitare la concorrenza sulle proprie creazioni.
In aggiunta, Wolford ha speso qualche parola anche sul caso Voodoo5 6000. Principalmente la scheda sembra sia stata cancellata dalle normali vendite, per l'eccessivo costo che, molto probabilmente, avrebbe limitato la vendita di questo mostro tecnlogico. A questo punto l'intervento della Quantum3D riveste importanza fondamentale per la 3dfx, visto che la compagnia ha deciso di comprare l'intera licenza sulla scheda grafica, che sarà quindi montata sulle sue Workstation grafiche, come soluzione integrata e probabilmente sotto un altro nome. Resterà poi nelle mani della Quantum3D la decisione di immettere sul mercato la Voodoo5 6000, anche se attualmente la compagnia non sembra assolutamente intenzionata a fare questo passo.
Aspettiamo con ansia l'evolversi della situazione.